ALESSANDRO CARANDENTE, IL SUPPLENTE.

Il Supplente.         Un' incursione autobiografica di un professore supplente, ridotto a segno indolore, che, in attesa di titolarità, va alla ricerca del contrappunto storico, di una unità di intenti per dialogare all'interno del corpo comunitario.  Un divertissement in cui il quotidiano violento e la tensione del dire convivono in un trionfo immaginario,  palpabile e evanescente, ma più reale della realtà, il quale si realizza attraverso la volontà di forma, la fissazione del corpo, sede incarnata del desiderio. Infatti, affrancato dal senso canonico, il testo segue i ritmi dell'entusiasmo, le sue leggi di godimento, viaggia nella fluidità di alcune metafore ereditate; fa della collisione del senso il proprio asse rotante, sorprende il proprio effetto con briosa studianza. Ma, sempre in perdita, finisce con l'accreditare tutto sul conto aperto delkla poesia, questa memoria circolare, questo giubilo euforico di una deriva permanente.

PREZZO

€ 6,00