ANTONIO PAOLILLO  NEI SUOI SCRITTI  La storia di Acerno ed altro
 

Antonio Paolillo nacque il 18 ottobre 1876 da Andrea Paolillo e da Carmela Bovi, ad Acerno (SA), dove, salvo alcuni temporanei allontanamenti, trascorse la sua lunga esistenza. Fu sacerdote e professore. Nel novembre del 1899 conseguì anche la laurea in Teologia, divenendone insegnante per alcuni anni nel Seminario di Vallo della Lucania, e nella sede di Maratea insegnò anche lettere. In data 2 maggio 1902 conseguì il Canonicato nella Cattedrale di Acerno e, successivamente, l’ufficio di Primicerio. Il 7 aprile 1944, alla morte di S.E. Mons. Nicola Monterisi, arcivescovo di Salerno ed Amministratore Perpetuo di Acerno, ricevette l’investitura di Vicario Capitolare.
Svolse il suo ministero sacerdotale ad Acerno ed in ambito provinciale, soprattutto con la predicazione, essendo ritenuto uno dei più valenti oratori sacri.
Fu uomo di cultura, di cui sono testimonianza i molti attestati ricevuti. Lasciò manoscritte le Note Storiche su Acemo, cui seguirono due drammi, una biografia di San Donato, Patrono di Acerno ed alcuni inni che si pubblicano nel presente volume.
Morì il 21 giugno 1948, nel generale compianto.

PREZZO

€ 20,00